Con l’arrivo della primavera aumenta il rischio di andare incontro ai più comuni fenomeni allergici: riniti, congiuntiviti, dermatiti, asma.

Queste manifestazioni sono dovute all’eccessiva risposta del nostro corpo ad allergeni (prevalentemente pollini) liberati nell’aria dalla fioritura di alcune piante.

Negli ultimi anni si è manifestato un notevole incremento di questi fenomeni.

Quali rimedi ci fornisce la natura per difenderci e combattere la comparsa di queste fastidiosissime manifestazioni?

Uno dei più utilizzati è il Ribes nigrum. Di questa pianta, appartenente alla famiglia della Sassifragacee, si utilizzano numerose parti: le foglie, i frutti e le gemme.

Nel nostro caso la parte utilizzata è proprio quella dei giovani germogli. Questi vengono fatti macerare in acqua, alcool e glicerolo: si ottiene così un macerato glicerico, ricco di flavonoidi, olii essenziali e glicosidi.

Il Ribes nigrum svolge la sua importante azione antinfiammatoria stimolando le ghiandole surrenali a produrre una maggiore quantità di cortisolo.

Il cortisolo, chiamato anche “ormone dello stress”, è deputato ad attivare tutta una serie di funzionalità atte a proteggere il corpo in caso di pericolo: aumento della gittata cardiaca, aumento dell’assorbimento di sodio, aumento della glicemia e riduzione della risposta infiammatoria .

L’infiammazione viene ridotta poiché viene inibito un enzima, la fosfolipasi A2, che a sua volta innesca tutta la cascata infiammatoria; viene anche bloccato il rilascio di tutti i mediatori infiammatori: istamina e bradichinina.

Come avviene per quasi tutte le sostanze vegetali anche il Ribes nigrum deve essere utilizzato seguendo alcune precauzioni.

Tra le tante azioni determinate dall’assunzione del Ribes nigrum, l’aumento dell’assorbimento di sodio è quella che costituisce la principale controindicazione: determina un evidente aumento di ritenzione di liquidi con conseguente aumento della pressione sanguigna e quindi ipertensione.

Se ne sconsiglia quindi l’uso a chiunque sia iperteso, ma sarà il rimedio d’eccellenza per tutti i soggetti allergici con valori di pressione normali o addirittura ipotesi.

La somministrazione consigliata è di 50/60 gocce in mezzo bicchiere d’acqua una due volte al giorno, preferibilmente al mattino e primo pomeriggio.

Share This