Con il termine “Henné” si fa riferimento ad alcune polveri che vengono utilizzate per colorare i capelli o per fare tatuaggi temporanei.

Parleremo di come effettuare una corretta applicazione dell’”Henné” per ottenere una buona copertura dei capelli bianchi o semplicemente per dare ai capelli una diversa nuance.

La polvere più utilizzata è quella ricavata dalle foglie della “Lawsonia inermis”, nome scientifico della pianta dell’Henné.

In vendita si trovano le foglie che sono state fatte  seccare e finemente triturate; la colorazione che si ottiene con l’applicazione della sola “Lawsonia” è di un rosso aranciato.

Esistono in vendita anche polveri non pure ma addizionate al “picramato di sodio” (colorante sintetico di colore rosso), che hanno nuance dal mogano al rosso Tiziano.

Ovviamente il risultato dipende moltissimo dal colore di partenza dei capelli, dal tempo di posa e dalla tipologia di capello.

Non sempre è gradita questa colorazione così accesa di rosso , tanto più accesa quanto maggiore è la percentuale di capelli bianchi.

Per stemperare il rosso si usa aggiungere un’altra polvere, l’”Indigofera tinctoria”, comunemente chiamata Henné nero; in alternativa o in aggiunta, possono essere utilizzati il “mallo di noce” o la “Cassia obovata” (Henné biondo).

Si potranno quindi creare innumerevoli  miscele personalizzate, a seconda del colore che vorremo ottenere.

Una volta creata la miscela, basterà diluire con acqua tiepida e mescolare fino a sciogliere tutti i grumi.

Meglio evitare di aggiungere olii che possono creare un film sul capello e ridurre la presa dell’Henné.

Completata la copertura dei capelli, si avvolge tutto in una pellicola.

Molti seguono la teoria di lasciare ossidare la miscela per diverse ore prima di applicarla sui capelli; in verità si ottiene comunque un’ottima colorazione lasciandola ossidare durante l’applicazione che durerà, a seconda del risultato che vorremo raggiungere, da un’ora a tre-quattro ore.

L’applicazione dell’Henné è certamente impegnativa, ma ripaga lasciando capelli lucidi e voluminosi grazie all’azione sostantivante che esercita.

Share This